Che cosa fare quando una chiave si incastra nella serratura

Ritrovarsi alle prese con una chiave rotta e incastrata nella serratura è una situazione più frequente di quel che si possa immaginare: ma che cosa si deve fare in una eventualità del genere per rimediare al problema? Ne abbiamo parlato con lo staff di CasaDellaFerramenta.it, ecommerce italiano di utensileria e prodotti di ferramenta, ecco le soluzioni che hanno suggerito per estrarre la chiave.

Come comportarsi se il moncone è a vista

Nel caso in cui la chiave si sia rotta nei pressi del buco della serratura, si può essere fortunati e ritrovarsi con il moncone che è visibile a occhio nudo: si tratta di un bel vantaggio, che rende l’estrazione della chiave abbastanza semplice. Il consiglio, in questo caso, è di adoperare una calamita abbastanza potente che abbia una forza attrattiva sufficiente per tirare fuori la chiave. Se anche ciò non dovesse avvenire, si potrebbe comunque riuscire ad avvicinare la chiave di alcuni millimetri, così che la stessa possa essere raggiunta con l’aiuto di una pinzetta. A questo punto, portare a termine la procedura di estrazione sarà semplice come bere un bicchier d’acqua.

Le serrature a cilindro

Il problema appare più impegnativo quando una chiave si rompe dentro una serratura a cilindro: con un pizzico di ingegno in più, comunque, si può rimediare anche a questo inconveniente. Per esempio, si può tentare di introdurre la lama di un seghetto da traforo sottile, in modo che la stessa possa agganciare i denti di quella parte di chiave che si è rotta ed è rimasta incastrata all’interno. Una volta che il pezzo è stato agganciato, potrebbe volerci un po’ di tempo prima di riuscire a estrarre la chiave. Tuttavia, non appena si è in grado di vederla, ci si può servire di una pinza per prenderla e tirarla fuori.

cosa fare quando una chiave si incastra nella serratura

Intervenire con una serratura a mortasa

Diverso è, invece, il discorso quando si ha a che fare con una chiave che è rimasta rotta e bloccata dentro una serratura a mortasa. Per procedere all’estrazione, in questo caso, occorre sperare che la parte che si è rotta fuoriesca dalla porzione posteriore della serratura. In una situazione del genere, infatti, non bisogna fare altro che provare a spingere fuori il pezzo di chiave che rimane; a questo scopo ci si può aiutare con un ferro da calza, ma va bene anche un filo di ferro rigido. Nel caso in cui risulti impossibile portare a termine tale operazione, conviene smontare la serratura, in modo che la si possa girare a faccia in giù: così basterà imprimere dei leggeri colpi sul retro per far sì che la parte rotta venga fuori.

Come si smonta una serratura

Quelle viste fino ad ora sono tutte le procedure che si possono attuare per tentare di estrarre da una serratura una chiave rotta e che è rimasta incastrata. Non è detto, però, che tale operazione vada sempre a buon fine: in alcuni casi ogni tentativo si può rivelare vano anche se sono state adottate tutte le accortezze necessarie. A questo punto, l’extrema ratio consiste nello smontare direttamente la serratura. Non sempre c’è bisogno di smontarla del tutto: ci si può fermare nel momento in cui si è in grado di tirare fuori il cilindro. Un cacciavite è il solo attrezzo di cui si può avere bisogno per un’operazione di questo tipo.

Cosa fare dopo aver smontato la serratura

Il cilindro che è stato estratto deve essere picchiettato con delicatezza su un ripiano o su un pavimento: ciò che conta è che si tratti di una superficie dura, in modo che il pezzo di chiave possa uscire. Quando si raggiunge l’obiettivo, si può rimettere il cilindro al proprio posto e rimontarlo, avendo cura di inserire tutte le viti. Potrebbe volerci un po’ di tempo, l’alternativa è chiamare un fabbro professionista e richiedere il suo intervento.

In caso di guasto irreparabile, sul sito casadellaferramenta.it trovi tutto il necessario per la tua riparazione.

✓ Lascia un Commento

      ✓ CI PIACEREBBE SAPERE COSA NE PENSI..